Press "Enter" to skip to content

Controllo disinfestazione

Zanzara Tigre

L’attività svolta da Sustenia consente alle Pubbliche Amministrazioni di controllare la corretta attività svolta da ditte terze sul territorio nell’ambito di una strategia di interventi integrati.

Secondo le più recenti linee guida regionali disponibili, questa strategia prevede una serie di interventi integrati quali:

  • 5 turni di trattamento larvicida alla tombinatura pubblica con prodotto a base di diflubenzuron in formulazione liquida;
  • trattamenti abbattenti adulticidi in aree pubbliche nel caso di infestazioni moleste, con formulati piretroidi;
  • Interventi larvicidi e adulticidi porta-a-porta mirati contro la Zanzara Tigre in conformità a quanto richiesto “dal Piano regionale per la lotta alla Zanzara Tigre e la prevenzione della Chikungunya e della Dengue” nel caso di rischio di trasmissione di malattie;
  • monitoraggio quattordicinale della popolazione con specifiche ovitrappole in conformità al piano regionale;
  • utilizzo di tecniche di lotta biologica classica: predatori di larve quali microcrostacei copepodi e pesci (Gambusia);
  • sopralluoghi su segnalazione presso la proprietà privata su richiesta dei cittadini o dei Comuni per la rimozione dei focolai larvali, l’informazione/formazione sulle tecniche di prevenzione allo sviluppo delle infestazioni, la consegna gratuita di prodotto larvicida;
  • indice di efficacia del servizio: soglia minima garantita ≥95% di tombini trattati (verificata mediante metodica standardizzata interna);
  • fornitura ai punti di distribuzione per i cittadini individuati dai Comuni, di formulato larvicida a base di diflubenzuron in confezioni adatte all’uso domestico.

Strategia integrata porta-a-porta

Finalmente una soluzione concreta contro la Zanzara Tigre
Scopri di più

Zanzare autoctone

L’attività svolta da Sustenia fornisce un supporto diretto agli uffici comunali preposti riguardo al controllo delle zanzare autoctone attraverso l’adozione delle più avanzate tecniche di lotta biologica e integrata a basso impatto ambientale. In particolare il personale tecnico che fornisce Sustenia svolge:

  • monitoraggio delle popolazioni con catture settimanali mediante specifiche trappole attrattive (nel periodo maggio-settembre);
  • mappatura di focolai di sviluppo delle larve in area rurale e urbana;
  • sopralluoghi su segnalazione presso la proprietà privata su richiesta dei cittadini o dei Comuni per la rimozione dei focolai larvali, l’informazione/formazione sulle tecniche di prevenzione allo sviluppo delle infestazioni, la consegna gratuita di prodotto larvicida;
  • redazione e diffusione settimanale nel periodo maggio-settembre, tramite email e pubblicazione sul sito web del Bollettino Zanzare con informazioni aggiornate sulle attività operative in corso e sui dati di monitoraggio;
  • partecipazione ad eventuali incontri pubblici con scopo informativo/divulgativo;
  • indice di efficacia del servizio: mortalità larvale minima del 90% nei focolai larvali censiti e trattati (verificata mediante metodica standardizzata interna).

Sustenia, sempre nell’ambito di una strategia integrata di controllo delle zanzare autoctone, si occupa di fornire la consulenza ai Comuni attraverso il controllo dell’attività di ditte terze in merito a:

  • interventi larvicidi mirati e periodici (settimanali nel periodo maggio-settembre) nei focolai larvali censiti e mantenuti sotto sorveglianza. Prodotto larvicida utilizzato: formulato microbiologico a base di Bacillus thuringiensis israelensis;
  • trattamenti abbattenti adulticidi in aree pubbliche nel caso di rischio sanitario per prevenire la diffusione del virus West Nile trasmesso dalla Zanzara Comune. Prodotto adulticida utilizzato: formulato a base di piretrine o piretroidi;
  • eventuale utilizzo di tecniche di lotta biologica classica: predatori di larve quali microcrostacei copepodi e pesci (Gambusia).
     

Interventi di controllo e contenimento di artropodi nocivi (INSETTI STRISCIANTI, VOLANTI, ZECCHE, ECC.)

Ove possibile il servizio è svolto privilegiando l’azione di controllo preventivo finalizzata a valutare in continuo la presenza dell’infestante a cui, a seconda della specie viene associata una predeterminata soglia di intervento. Secondo tale principio quindi sono applicati in ordine:

  • il monitoraggio e la sorveglianza con la tecnica di monitoraggio specifica a seconda dell’organismo target: trappole attrattive, ispezioni visive, catture dirette (dove necessario anche secondo modelli HACCP).
  • trattamenti insetticidi localizzati privilegiando formulati a bassa tossicità e formulazioni idonee a seconda dell’ambiente e dell’entità dell’infestazione.
Sei interessato a scaricare le schede tecniche e di sicurezza dei prodotti utilizzati per la lotta agli organismi molesti?
Clicca qui